Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 3

Metal Couture

ORECCHINI GIARDINI DI ARMIDA

ORECCHINI GIARDINI DI ARMIDA

Prezzo di listino $11,788.00 USD
Prezzo di listino Prezzo scontato $11,788.00 USD
In offerta Esaurito
Spese di spedizione calcolate al check-out.

Disponibile

Ispirati alla pura opulenza e alla complessità dei grandiosi specchi barocchi dorati, questi orecchini prendono il nome dal racconto di Rinaldo e Armida di Torquato Tasso. Magnificamente decorati, questi orecchini sono inebrianti come lo stesso giardino di Armida.

Meticolosamente realizzato a mano in oro rosa 9 carati, ogni orecchino è delicatamente formato con una cornucopia di fini svolazzi di volute, ghirlande floreali, gigli e conchiglie. Le borchie stesse presentano due splendide morganite non trattate tagliate a cuscino da 8 mm x 6 mm (peso in carati combinato di 2,68 ct) sotto conchiglie dorate che cullano due perle bianche crema rotonde da 3 mm. All'interno delle loro cornici dorate al centro di ogni orecchino si trovano due incantevoli morganiti non trattate a forma di pera da 20 mm x 11 mm. Ciascuno con un peso in carati di 16,46 ct. Una gioia per gli occhi, sei perle da 6 mm x 5,2 mm completano la caduta del rapimento! 

Misurando 75 mm di lunghezza dalla parte superiore della conchiglia alla parte inferiore delle perle, ogni orecchino è largo 30 mm nel punto più largo e pesa 12,62 grammi (peso totale 25,24 grammi).

Tutti i pezzi sono realizzati con amore nello studio di Melbourne di William Llewellyn Griffiths. Su richiesta questi orecchini vengono forniti con una valutazione accreditata.

Il racconto di Rinaldo e Armida di Torquato Tasso è stato oggetto di molti bei dipinti barocchi e rococò. Trovare il crociato Rinaldo addormentato presso un fiume, la maga Armida significa togliergli la vita, anche se una volta che i suoi occhi si posano sul suo viso se ne innamora profondamente. Spesso raffigurata con perle tra i capelli e circondata da amorini, Armida lega Rinaldo con le sue ghirlande di rose prima di rapirlo sul suo carro volante attraverso l'oceano fino all'isola della Fortuna. Là, nell'oasi dei suoi giardini incantati, Rinaldo, stregato e senza memoria, è tenuto prigioniero, inebriato dall'amore di Armida. I suoi due cavalieri Carlo e Ubaldo salgono in soccorso, e alzando ai suoi occhi uno specchio di diamante l'illusione è finalmente infranta. Dopo la sua fuga, Rinaldo incontra sulle sponde opposte il Mago di Ascalon che usa lo scudo di Rinaldo per evocare visioni delle sue future vittorie in guerra e riportare la sua attenzione sulla sua crociata. Armida, abbandonata e colpita dal dolore, versa molte lacrime all'interno dei suoi giardini e in alcune iterazioni si dice che li abbia distrutti.

Visualizza dettagli completi